AttivaMente per Parabiago - Uniti con Cucchi per la nostra città

Un abbraccio per la salute

“Un abbraccio per la salute”: è possibile prenotare le visite oncologiche gratuite promosse dalla donazione natalizia di Roveda 1955 all’associazione LILT.
Comunicato stampa del 25 febbraio 2021
“Per Natale ci vuole un abbraccio”. Questo lo slogan che Roveda 1955 aveva scelto per lanciare la campagna di prevenzione tumori rivolta alla Città di Parabiago in occasione delle festività natalizie 2020. La nota azienda parabiaghese ha, infatti, deciso di devolvere l’equivalente del valore dei regali natalizi alla LILT, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, per donare alla cittadinanza di Parabiago visite di diagnosi oncologica precoce.
Nel mese di marzo i cittadini della Città di Parabiago potranno usufruire di 160 visite senologiche e dermatologiche gratuite. Le visite saranno eseguite dai medici della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori presso i locali dell’ambulatorio adiacente alla Farmacia Comunale in via Bonaventura Cavalieri.
L’Assessore alle Politiche Sociali, Elisa Lonati ringrazia a nome dell’Amministrazione comunale: “Un sentito ringraziamento a Roveda 1955 per aver pensato di donare alla cittadinanza parabiaghese visite oncologiche gratuite coinvolgendo LILT. Un gesto che evidenzia ancora una volta la capacità di attenzione e radicamento della nota azienda al nostro territorio e che diventa esempio di come il fare impresa possa assumere un valore più ampio per la comunità. Conosciamo la realtà LILT e quanto sia importante la prevenzione e la diagnosi precoce di tumori. Negli anni precedenti, come Amministrazione comunale avevamo già attivato visite oncologiche gratuite rivolte alla cittadinanza gestite da LILT e siamo lieti che l’associazione torni a occuparsi della salute dei parabiaghesi. Pertanto, invito i cittadini interessati a prenotare la visita presso la nostra Farmacia.”.
A partire dal 1 marzo, infatti, i cittadini residenti in Parabiago che vorranno usufruire di questa opportunità, dovranno recarsi presso la Farmacia Comunale di via Bonaventura Cavalieri.
Le visite si svolgeranno secondo il seguente calendario:
VISITE DERMATOLOGICHE
9 marzo – dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 16.30
16 marzo – dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 16.30
VISITE SENOLOGICHE
23 marzo – dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 16.30
30 marzo – dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 16.30

EDUCARE IN COMUNE a Parabiago attraverso il Rugby

“EDUCARE IN COMUNE a Parabiago attraverso il Rugby”: un progetto che salvaguarda la crescita dei ragazzi e che aspira alle risorse ministeriali “Famiglia come risorsa”.
Comunicato stampa del 23 febbraio 2021
L’idea nasce da un protocollo di intenti tra l’Associazione Certa Gente del Rugby O.N.L.U.S., l’Associazione Perigeo IPC Onlus e il Rugby Parabiago, una proposta arrivata sul tavolo dell’Amministrazione Comunale che ha accolto e condiviso l’iniziativa. Si tratta di un progetto rivolto ai ragazzi finalizzato a salvaguardare la loro crescita sociale, fisica e culturale, attraverso interventi educativi specifici. Il progetto, di cui il Comune di Parabiago è Ente Capofila, aspira ad accedere al finanziamento pubblico proposto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – dipartimento per le politiche della famiglia. È finalizzato a contrastare gli effetti negativi prodotti dalla pandemia con l’attuazione di interventi progettuali di sviluppo delle potenzialità fisiche, intellettuali, emotive e sociali dei partecipanti.
Una delle conseguenze che la pandemia ha comportato, infatti, è una povertà economica che alimenta una povertà educativa, condizione in cui un bambino o un adolescente si trova privato del diritto all’apprendimento in senso lato; delle opportunità culturali; del diritto al gioco; dell’accesso a beni e servizi dedicati alle opportunità di fruizione non formale. Il progetto è sperimentale e avrà una durata di un anno, si propone di intervenire per sanare e limitare questo andamento creando opportunità di supporto ai minori e alle loro famiglie in un’ottica di consolidamento di modelli e servizi di welfare territoriale.
“La situazione di isolamento conseguente alla pandemia ha colpito soprattutto i nostri ragazzi -Afferma il Sindaco Raffaele Cucchi- che, in una fase importante della loro crescita, hanno dovuto rinunciare alla socialità, alla scuola in presenza e allo sport. Come amministratori pubblici abbiamo accolto con entusiasmo la proposta del mondo del Rugby di intervenire con proposte concrete per una più sana crescita dei nostri ragazzi. Speriamo di poter ottenere il finanziamento ministeriale e rendere reale questa opportunità. Lo sport è sicuramente uno strumento completo e adatto alla finalità, è una disciplina che agevola il lo sviluppo emotivo, fisico e psicologico. Il Rugby, inoltre, porta con sé anche valori come il rispetto dell’avversario e il senso di appartenenza a una squadra e, in questo momento, i nostri ragazzi hanno un gran bisogno di recuperare un po’ di questo spirito.”.
Nello specifico, il progetto prevede azioni di prossimità e aggregative, attività scolastiche ed extrascolastiche, ampliamento dell’accesso a proposte sportive e culturali per creare o rinforzare lo spirito di squadra tra gli alunni del quinto anno delle scuole elementari ed il secondo e terzo anno delle scuole medie di primo grado, oltre a portare nelle scuole i valori etici e morali dello sport in generale e del rugby in particolare e, soprattutto, il rispetto delle regole.

InformaGiovani e InformaLavoro

L’Amministrazione comunale rinnova anche per l’anno 2021 la convenzione con Villa Corvini per il servizio InformaGiovani e InformaLavoro.
Comunicato stampa del 23 febbraio 2021
I servizi InformaGiovani e InformaLavoro manterranno anche per il 2021 il proprio centro di coordinamento presso Villa Corvini, a stabilirlo il rinnovo della convenzione sottofirmata in questi giorni dall’Amministrazione Comunale. Il Centro è nato con funzione di raccolta dei bisogni giovanili, ma è divenuto presto il punto di riferimento per reperire informazioni sui temi della formazione, del lavoro, del tempo libero, ma anche sulle opportunità di partecipazione sociale. Negli anni ha visto una ulteriore evoluzione, soprattutto per la platea dei soggetti interessati sempre più frequentemente composta da lavoratori adulti non qualificati, persone che si ritrovano improvvisamente espulsi dal mondo del lavoro e che devono necessariamente riqualificarsi. Questo ha voluto dire rispondere alla domanda e al nuovo bisogno attraverso un riallineamento del servizio offerto.
“L’InformaGiovani, per volere dell’Amministrazione, acquista la doppia denominazione ufficiale di InformaGiovani – InformaLavoro -dichiara l’Assessore alle politiche sociali Elisa Lonati- Questo perchè il compito di un’Amministrazione comunale è quello di offrire servizi su dati di realtà per rispondere ai bisogni dei cittadini e il dato di realtà è che la platea di utenti, ad oggi, supera oramai le distinzioni per età. Al servizio tradizionale dell’InformaGiovani, quindi, si affianca quello rivolto alla fascia di età adulta sviluppando azioni comuni e costruendo sinergie con l’ente accreditato per i servizi al lavoro che opera in Villa Corvini. Rinnovare e implementare questa collaborazione acquista maggior valore in questo periodo storico di crisi legata al covi19, poiché il saper fare rete in termini di formazione e riqualificazione professionale, è essenziale per la ricollocazione nel mercato del lavoro e necessario per una ripartenza del tessuto sociale.”.
I dati di accesso al servizio relativi al 2020 hanno registrato 33 persone inserite in tirocini e primi contratti di lavoro; 79 gli assistiti nella ricerca di un lavoro, orientamento e redazione del proprio CV; il trend sull’accesso degli adulti è in crescita e per il 2020 segna anch’esso circa 70 persone. Ci si aspetta che nel corso del 2021 aumenteranno le richieste da parte degli adulti fuoriusciti dal mondo del lavoro.

Città per Camminare e della Salute

Comunicato stampa del 16 febbraio 2021
L’Amministrazione Comunale della Città di Parabiago, da sempre sensibile al tema della prevenzione in termini di salute e benessere con iniziative rivolte ai cittadini, ha aderito al progetto APP “Città per Camminare e della Salute”. L’iniziativa rientra in “Milano cities changing diabetes”, un protocollo di azioni che il Comune ha sottoscritto proprio per fare prevenzione, tra queste la promozione dei gruppi di cammino sempre in maggiore crescita di adesioni.
La App raccoglie a livello nazionale, suddivisi per provincia, alcuni percorsi corredati da una scheda che illustra le principali caratteristiche architettoniche e paesaggistiche che si incontrano nel percorso. È uno strumento gratuito per tutti che stimola ed invoglia il cittadino a camminare e, nello stesso tempo, valorizza le risorse del territorio. Si tratta di un progetto sviluppato in partnership con la Scuola del Cammino di Maurizio Damilano ex maratoneta e medaglia d’oro nella marcia alle olimpiadi di Mosca del 1980.
L’Amministrazione comunale ha segnalato due percorsi cittadini sviluppati e resi disponibili dall’Ecomuseo del Paesaggio di Parabiago, in modo che, dopo essere stati validati, siano inseriti nella App e messi a disposizione della cittadinanza.
I due itinerari segnalati sono:
  • Itinerario del Settecento
  • Itinerario dei Mulini lungo l’Olona
“I gruppi di cammino sono molto attivi nella nostra città -afferma l’Assessore alle Politiche Sociali- e mettere a disposizione una app gratuita e facilmente accessibile che offre percorsi culturalmente interessanti, è un’opportunità per tutti: fa scoprire il territorio e invita altri a svolgere attività fisica nella nostra città. Ringrazio gli ideatori di questo strumento per averci coinvolti direttamente, Parabiago ha molto da offrire in termini ambientali, naturalistici e culturali.”.

Impianto fotovoltaico Venegoni Marazzini

Iniziati i lavori per la rimozione dell’eternit sul tetto della tribuna presso il campo sportivo Venegoni-Marazzini e la relativa installazione dell’impianto fotovoltaico.
Dopo aver approvato il progetto definitivo per la rimozione dell’eternit e la realizzazione di un impianto fotovoltaico di potenza pari a 14,4 kWp sul tetto della tribuna del campo Venegoni-Marazzini, l’Amministrazione comunale ha avviato, in questi giorni, i lavori per la sua realizzazione. Si tratta di un intervento importante finanziato con i fondi per l’emergenza di Regione Lombardia e che intende preservare la salute dei ragazzi che frequentano il campo, oltre ad investire in un rispetto ambientale e di risparmio energetico.
L’impianto fotovoltaico sarà abbinato ad un sistema di accumulo da 12 kWh che consentirà di utilizzare al massimo l’energia prodotta, aumentando la possibilità di autoconsumo fino all’80% e immagazzinando l’energia prodotta durante il giorno per poterla usare durante le ore di buio, quando ad esempio è necessaria l’illuminazione dei campi.
“La nostra Amministrazione è da sempre attenta ad investire a favore dell’ambiente e della salute dei cittadini -dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici Dario Quieti- e nemmeno in tempo di pandemia il nostro impegno e lavoro sono mancati in termini di progettazione e realizzazione. Intervenire in questo modo sulla tribuna del campo Venegoni-Marazzini, infatti, ci permette di ottenere una duplice valenza ambientale: da una parte lo smaltimento dell’eternit che elimina un inquinante e, al contempo, un risparmio energetico e di risorse, per la realizzazione di un impianto innovativo che produce energia elettrica.”.
L’intervento nel suo insieme comprende, inoltre, alcune sistemazioni della copertura della tribuna del campo sportivo Venegoni-Marazzini, nonché la realizzazione di una linea vita per un importo totale a quadro economico di 85.000 euro.

Alimenta l’Amore

‘Alimenta l’Amore’ è un’iniziativa solidale promossa da Coop Lombardia rivolta al benessere degli animali da affezione nata per andare incontro alle famiglie che vivono difficoltà economiche e, pertanto, non riescono a mantenere i propri animali domestici.

Il progetto coinvolge comuni e associazioni del territorio, tra cui il comune di Parabiago che ha concesso il proprio patrocinio non oneroso, per far conoscere l’opportunità presso la cittadinanza. In particolare, l’attività consiste in una raccolta permanente di cibo per animali presso lo store di Parabiago e ha come partner di riferimento l’Ordine di Malta per la distribuzione delle donazioni raccolte ai soggetti in difficoltà economiche e sociali con animali da affezione e alle associazioni animaliste del territorio.

“L’iniziativa di Coop Lombardia mi sembra lodevole-dichiara il Sindaco Raffaele Cucchi-perché spesso non si pensa che molte persone in difficoltà economiche e sociali, magari anche sole, possano trovare nella compagnia di un animale un modo per vivere la propria affettività. E spesso non si pensa che mantenere un animale con cura significhi un costo da sostenere, ben venga quindi questa iniziativa di Coop Lombardia che ringrazio a nome di quei cittadini che usufruiranno della donazione”.

Comunicato stampa del 12 febbraio 2021

La battaglia di Parabiago

Conosci la Battaglia di Parabiago? Appuntamento domenica 21 febbraio in piazza Maggiolini.
La Battaglia di Parabiago: quanti la conoscono davvero? Accadde il 21 febbraio 1339… e il 21 febbraio 2021 in piazza Maggiolini l’Associazione Parabiago Medievale promuove un’occasione di incontro con la cittadinanza per far conoscere una Parabiago antica.
A partire dalle 9:30 circa, alcuni figuranti accoglieranno coloro che vorranno conoscere la storia medievale di Parabiago attraverso piccole rappresentazioni, pannelli espositivi e anche leggendo il romanzo storico scritto dallo scrittore parabiaghese Francesco Granito.
L’appuntamento di questo 2021 è propedeutico all’organizzazione di un evento storico più articolato e proiettato nel 2022 che vedrà impegnata anche l’Amministrazione Comunale nel promuovere e commemorare la storia della città.
Si precisa che l’appuntamento di domenica si svolgerà nel pieno rispetto delle misure di distanziamento in corso.
“La nostra città ha una storia importante -dichiara il Sindaco Raffaele Cucchi- lo sappiamo bene, abbiamo monumenti nazionali, personaggi storici vissuti qui e molto altro… ma siamo capaci di esserne davvero orgogliosi? Forse non tanto. La storia più antica della nostra città si intreccia con la storia di Milano e con Sant’Ambrogio, tanto che la Battaglia di Parabiago viene richiamata anche su un bassorilievo di una porta del Duomo di Milano, oltre che riportata nella nostra Sala Consiglio dall’opera dello scultore Giannino Castiglione. Per poter essere orgogliosi, però, occorre conoscere la nostra storia, ecco allora l’occasione di domenica 21 febbraio in piazza Maggiolini che ci permetterà di iniziare a pensare, in collaborazione con l’associazione Parabiago Medioevale, a un evento comunitario per il 2022”.

Riappropriamoci del futuro

Nasce un tavolo per la ripartenza del territorio: “Riappropriamoci del futuro”
Una collaborazione tra realtà pubbliche e private della città per rilanciare il territorio dopo la chiusura dovuta alla Pandemia, questa la sfida aperta dal tavolo “Riappropriamoci del futuro” voluto dall’Amministrazione Comunale con il coinvolgimento dell’imprenditore Luigino Poli, direttore del Poli Hotel e coordinatore rete impresa del territorio; Luca Crespi, imprenditore e vice-presidente del Davo (Distretto Agricolo Valle Olona); l’Ecomuseo del Paesaggio.
“La vera sfida che ci attende per rilanciare la nostra attrattività -afferma l’imprenditore Luigino Poli- sarà la capacità di ciascuno di noi di farsi brand ambassador del proprio territorio. Non basta più ragionare puntando a grandi progetti di rete, li abbiamo già e sono già una risorsa importante. Ora occorre fare un passo in più e promuovere una o due realtà culturali locali che nessuno può vantare, in modo che diventino un fiore all’occhiello del territorio, motivo di attrattività e volano per tutti. Non dimentichiamo, per fare un esempio, che la Città di Parabiago vanta due campioni mondiali di ciclismo, musei e tanto altro ancora e questo non è poco, ma quanti cittadini o imprenditori se ne vantano e ne parlano? La sfida per il futuro è proprio questa: portare a conoscenza di ciascuno, cosa abbiamo e chi siamo, allora il rilancio sarà una conseguenza naturale attraverso la rete di promozione reciproca tra pubblico e privato.”.
L’obiettivo del tavolo è, infatti, quello di sviluppare un coordinamento territoriale che parta da un progetto pilota su cui lavorare a livello locale, pur mantenendo un collegamento con la rete sovracomunale fatta di categorie, associazioni, imprenditori, progetti di marketing territoriale già avviati. Un nuovo modo di guardare e vivere ‘casa propria’, forse anche stimolato dalla costrizione di non potersi spostare a causa della pandemia.
“Abbiamo già molte risorse e peculiarità -dichiara il Sindaco Raffaele Cucchi- non c’è nulla da inventare, ma il rilancio non è semplice, occorre fare un salto culturale in cui ciascuno di noi si senta orgoglioso di vivere qui, in un territorio che offre molto in termini storici, museali, sportivi, ambientali, imprenditoriali e infrastrutturali. Abbiamo accolto con molto interesse la proposta di Luigino Poli, che ringrazio per la passione e la visione complessiva che sempre dimostra verso il territorio, di iniziare a darci obiettivi concreti e facilmente raggiungibili in breve tempo, per riattivarci e riappropriarci del futuro. Ieri il primo step che ha posto le basi su cui lavorare, parlarne è prematuro perché il lavoro è appena incominciato, ma già abbiamo condiviso le linee guida su cui sviluppare il progetto.”.

Villa Corvini

Villa Corvini è un edificio tardo-rinascimentale che risale al XVI secolo ed è situato all’inizio dell’attuale via Santa Maria, una delle quattro vie storiche del centro cittadino. Dietro all’edificio si apre il parco Corvini, attualmente parco comunale aperto al pubblico.

Le prime notizie dell’edificio sono fornite dall’atto di acquisto di un “sedime con casa da nobile” con il quale Giuseppe Maggi nel 1609 entrò in possesso della proprietà attualmente denominata Villa Maggi-Corvini. La casata Maggi, originaria di Brescia, sebbene ora estinta, era una delle più antiche di Parabiago ed ebbe particolare rilievo durante la prima metà del XVIII secolo.

Lo stemma della famiglia, riportante un leone rampante, ancora oggi si osserva scolpito sull’ingresso della Villa, lungo via Santa Maria.

SALA COLONNE

La proprietà passò quindi ai Prandoni, poi ai Lainati e, nel 1899, al pittore paesaggista Giovanni Corvini. Si deve a quest’ultimo la ristrutturazione dell’ala nord-ovest della Villa con la formazione del “salone delle colonne” destinato a pinacoteca e la realizzazione di varie decorazioni di tema classico, tra le quali lo stemma della famiglia raffigurante un corvo.

Acquistata dalla Sig.ra Ida Lampugnani Gaio nel 1941, la Villa, con l’annesso parco, divenne quindi di proprietà comunale nel 1975.

Villa Corvini e il suo parco sono sottoposti alla tutela della Legge n. 1089 del 1936 con Decreto del 7 aprile 1973 che “tutela le cose di pubblico interesse”.

Le motivazioni del vincolo sono così descritte:

“Importante palazzo settecentesco svolgentesi intorno a corte e prospettante su due lati il giardino ricco di alberature. Le eleganti facciate del corpo principale a due piani presentano finestre con sobrie cornici; in quella su strada risalta il portale di ingresso con sovrastante apertura e balconcini in ferro battuto, con motivi decorativi di fine disegno. L’ingresso immette nel vasto portico con colonne binate e volte ribassate con stucchi e affreschi; una fascia a mensole forma il sottogronda. Interventi del periodo romantico si notano nel corpo interno prospettante il giardino. All’interno si trovano sale con soffitti a cassettone decorati”.

Per saperne di più visita il sito villacorvini.org

Fonte: Cultura Parabiago

BabyBox anche nel 2021

BabyBox anche nel 2021: l’Amministrazione comunale raddoppia il contributo a sostegno delle nascite.
La buona riuscita dell’iniziativa BabyBox nel corso del 2020, avviata in via sperimentale da parte dell’Amministrazione Comunale, ha indotto la Giunta a confermare e implementare il progetto anche per l’anno 2021. L’iniziativa coinvolge le famiglie residenti nella città di Parabiago che dal 1 gennaio 2021 al 31 dicembre 2021, vivranno la gioia di una nuova nascita. Tutti i bambini nati quest’anno riceveranno una lettera di benvenuto (con tutti i dettagli dell’iniziativa) attraverso la registrazione anagrafica con la quale i genitori potranno recarsi presso la Farmacia Comunale e ricevere la BabyBox che consiste in un carnet di 10 buoni del valore di 10 euro ciascuno (per un totale di 100 euro) spendibili in prodotti per la prima infanzia. Inoltre, verrà consegnato loro un pacco nascita offerto da Coop Lombardia contenente prodotti di vari generi destinati ai neonati.
“Visto l’apprezzamento da parte delle famiglie rispetto all’iniziativa -dichiara l’Assessore alle Politiche Sociali, Elisa Lonati- e la volontà di proseguire il sostegno alla genitorialità, abbiamo confermato e incentivato l’iniziativa BabyBox anche per il 2021. Si tratta di un gesto di attenzione che abbiamo riservato ai 185 bambini nati lo scorso anno e che rinnoviamo augurandoci che possa essere uno strumento che contribuisca alle spese delle famiglie nei primi mesi.”.
In un’ottica di accompagnamento alla genitorialità, l’iniziativa si arricchisce di incontri periodici gratuiti (nel rispetto delle misure in corso per il contenimento della pandemia) presso la Farmacia Comunale che promuoverà temi legati alla nutrizione infantile; alla puericultura e alla consulenza pediatrica, oltre a una scontistica dedicata in queste occasioni di incontro. Attività che erano già state previste nel corso del 2020, ma che le misure di distanziamento hanno sospeso e che si confida possano essere realizza nel 2021.
L’Amministrazione Comunale ha, inoltre, promosso una manifestazione di interesse dedicata a operatori economici, associazioni e realtà locali che vogliano sponsorizzare ulteriormente questa iniziativa con la fornitura di buoni sconto dedicati o prodotti da fornire gratuitamente. Qui il link della manifestazione di interesse.