AttivaMente per Parabiago - Uniti con Cucchi per la nostra città

Telecamere cittadine

Telecamere cittadine: la Giunta ricerca finanziamenti regionali per implementare il sistema di controllo delle targhe e limitare la circolazione a protezione dell’ambiente.

La Città di Parabiago rientra tra i Comuni che possono accedere al bando regionale per l’assegnazione di risorse destinate alla realizzazione e implementazione di sistemi di controllo delle targhe per la limitazione della circolazione di mezzi ad emissioni a danno ambientale. La Giunta Comunale ha, infatti, recentemente approvato la delibera che dà il via al procedimento per la richiesta del cofinanziamento regionale pari al 69,46% dell’importo totale del progetto.

Leggi

Discussione delle tesi di laurea

Laureandi residenti a Parabiago: l’Amministrazione Comunale offre gratuitamente la sala consiliare per la discussione, in modalità telematica, delle tesi di laurea.
Le disposizioni di distanziamento che, di volta in volta, determinano la temporanea ripresa o la sospensione delle attività didattiche o curriculari in presenza, anche nelle Università, incluse le sedute di laurea, stanno rendendo la vita degli studenti davvero faticosa, oltre che spogliarla di festa e solennità. Spesso le tesi di laurea, infatti, vengono discusse in videoconferenza negli ambienti domestici senza la possibilità, oltretutto, di far assistere persone care a questo traguardo importante nella vita di uno studente. Da queste considerazioni l’Amministrazione comunale ha pensato di offrire, a titolo gratuito, la Sala Consiliare per il collegamento virtuale con l’Ateneo sede di discussione della tesi di laurea.
Pertanto, limitatamente al periodo di emergenza causato dalla pandemia Covid, l’Amministrazione comunale mette a disposizione dei laureandi che risiedono nella Città di Parabiago e che ne faranno richiesta, la Sala Consiliare (dotata di connessione internet) a titolo gratuito.
“La Sala Consiliare del comune è sicuramente un luogo cittadino adatto per cerimonie di questo tipo-dichiara il Sindaco Raffaele Cucchi-Ci è piaciuta soprattutto l’idea di poter offrire ai nostri ragazzi uno spazio pubblico che permettesse di vivere un momento così importante della loro carriera scolastica, in modo più solenne rispetto agli ambienti domestici. Inoltre, questa modalità, nel rispetto delle misure che garantiscono la sicurezza di tutti, permette la partecipazione di genitori e persone care agli studenti che, altrimenti, si perderebbero il momento. Insomma, in questo periodo di emergenza, offrire la possibilità di laurearsi facendo partecipare anche la comunità parabiaghese, ci sembra un atto di riscatto rispetto alle faticose condizioni che i nostri ragazzi stanno vivendo ancora adesso a distanza di più di un anno di distanziamento.”.
Alla discussione della tesi di laure e alla proclamazione, potranno assistere familiari e amici sino a un massimo di 10 persone, nel rispetto delle misure in corso. La richiesta di utilizzo della sala consiliare, dovrà pervenire al protocollo del comune entro 15 giorni prima della data della seduta di laurea. In caso di concomitanza di richieste per lo stesso giorno, verrà data la priorità alla domanda pervenuta per prima.Si ricorda che all’interno della Sala ci si potrà soffermare solo il tempo necessario allo svolgimento della laurea e della proclamazione e non si potranno svolgere festeggiamenti.

Ti dono un libro

Città di Parabiago
Comunicato stampa del 19 aprile 2021
Giornata mondiale del libro: il 22 aprile la Biblioteca promuove l’iniziativa “Ti dono un libro”.
Giovedì 22 aprile dalle ore 15:00 alle ore 17:30, i bibliotecari saranno presenti presso Parco Crivelli (retrostante la Biblioteca comunale di via Brisa) con un gazebo per promuovere l’iniziativa “Ti dono un libro”in occasione della Giornata mondiale del libro che si celebra il 23 aprile di ogni anno. La Conferenza generale dell’UNESCO, che si è svolta a Parigi nel 1996, ha,infatti, sceltoil 23 aprilequale data per promuovere la lettura e per rendere un omaggio mondiale ai libri e ai suoi autori.La data del 23 aprile coincide con il giorno di morte, nel 1616, di tre scrittori pilastri della cultura universale:
• Miguel de Cervantes (Alcalá de Henares, Spagna, 1547)
• William Shakespeare (Stratford-upon-Avon, Gran Bretagna, 1564)
• il poeta spagnolo Garciloso de la Vega (Toledo, 1501-03)
Per questioni organizzative, la Biblioteca ha deciso di celebrare l’iniziativa il giorno 22 aprilecon la donazione di un libro ‘a scatola chiusa’ ai cittadini che si recheranno presso il gazebo. Un dono per condividere parole ed emozioni, un’iniziativaper promuovere la lettura in modo diverso dai soliti mercatini di libri usati.
“Abbiamo un po’ perso il gusto di leggere un libro -dichiara l’Assessore alla Cultura Barbara Benedettelli- forse a causa della consistente presenza del web nelle nostre vite, o per pigrizia. Non pensiamo mai, per esempio, che la lettura di un libro è tempo che dedichiamo a noi stessi permettendoci di viaggiare con la fantasia, di informarci e di riflettere su argomenti di nostro interesse. A volte occorre solo creare l’occasione giusta che ci ricorda il bello della lettura, ecco allora l’appuntamento del 22 aprile, pensato assieme ai bibliotecari, per invitare tutti a prendere un libro in dono nel quale immergersi.”.
Le regole sono semplici: chi intende partecipare può semplicemente recarsi presso il gazebo allestito e scegliere un libro ‘confezionato’, questo significa che non saranno noti né titolo, né contenuti, ma verrà indicato se i libri sono destinati a ragazzi o ad adulti. In caso di pioggia l’iniziativa sarà allestita presso la stessa biblioteca per tutta la settimana successiva.

Accompagnamento delle persone fragili

Campagna vaccinazione Covid19: l’Auser di Parabiago si mette a disposizione per l’accompagnamento delle persone fragili.
La situazione di incertezze e bisogno che la pandemia ha causato, ha mosso alcune realtà locali ad attivarsi per creare servizi di supporto e aiuto rivolti a chi è in maggiore difficoltà. Una tra queste è l’Auser di Parabiago costituita nel 1999 dedicandosi al settore del turismo sociale, promuovendo viaggi di qualità a costi ragionevoli rivolti agli anziani e garantendo una costante assistenza. Negli anni ha ampliato le proprie attività diventando una realtà di riferimento per le persone più fragili anche come centro di ascolto, compagnia telefonica e dal 2015, soddisfa le numerose richieste di trasporto e accompagnamento per visite, esami sanitari, anche presso strutture per persone con disabilità. Un impegno costante che si basa sulla disponibilità di persone volontarie che si prestano nel ruolo di autisti o accompagnatori coprendo i costi con le eventuali offerte degli utenti, oltre a contributi pubblici.
In questa fase di emergenza in cui il bisogno di persone anziane e sole chiamate a fare il vaccino Covid19 si fa sentire, l’Auser di Parabiago si rende disponibile all’accompagnamento presso le strutture adibite alla campagna vaccinale in corso.
I cittadini interessati dal servizio devono prenotare chiamando al numero di telefono 0331.559590
“L’associazione Auser offre già, da alcuni anni, un importante contributo volontario per il trasporto sociale rivolto alle persone più anziane -afferma l’Assessore alle Politiche Sociali, Elisa Lonati- La crescente richiesta ci ha spinti nel tempo a stipulare e condividere una convenzione con il comune per regolamentare meglio il servizio, una scelta che oggi ci aiuta a gestire con maggior puntualità la loro disponibilità all’accompagnamento per la campagna vaccinale in corso. A tutti loro, che ricordo svolgono questo servizio in modo volontario, va il ringraziamento della Città e dell’Amministrazione Comunale.”

Giornata Nazionale del Paesaggio

Si segnala che ieri la città di Parabiago è stata menzionata all’interno della premiazione Giornata Nazionale del Paesaggio promossa dal Ministero della Cultura. Di seguito i video della premiazione e del progetto parabiaghese citato.
GIORNATA NAZIONALE DEL PAESAGGIO: la Città di Parabiago viene segnalata al Concorso Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa per il progetto “Coltiva il paesaggio Mangiando”!
QUI IL VIDEO DEL PROGETTO PARABIAGHESE “Coltiva il paesaggio mangiando”: https://www.youtube.com/watch?v=Vm53eFMyzMY
QUI E SOTTO LA PREMIAZIONE DEL MINISTERO DELLA CULTURA (con breve intervento del Sindaco Cucchi): https://www.youtube.com/channel/UC8F-Rl2Li93KYya-rAUn0UA

Un abbraccio per la salute

“Un abbraccio per la salute”: è possibile prenotare le visite oncologiche gratuite promosse dalla donazione natalizia di Roveda 1955 all’associazione LILT.
Comunicato stampa del 25 febbraio 2021
“Per Natale ci vuole un abbraccio”. Questo lo slogan che Roveda 1955 aveva scelto per lanciare la campagna di prevenzione tumori rivolta alla Città di Parabiago in occasione delle festività natalizie 2020. La nota azienda parabiaghese ha, infatti, deciso di devolvere l’equivalente del valore dei regali natalizi alla LILT, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, per donare alla cittadinanza di Parabiago visite di diagnosi oncologica precoce.
Nel mese di marzo i cittadini della Città di Parabiago potranno usufruire di 160 visite senologiche e dermatologiche gratuite. Le visite saranno eseguite dai medici della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori presso i locali dell’ambulatorio adiacente alla Farmacia Comunale in via Bonaventura Cavalieri.
L’Assessore alle Politiche Sociali, Elisa Lonati ringrazia a nome dell’Amministrazione comunale: “Un sentito ringraziamento a Roveda 1955 per aver pensato di donare alla cittadinanza parabiaghese visite oncologiche gratuite coinvolgendo LILT. Un gesto che evidenzia ancora una volta la capacità di attenzione e radicamento della nota azienda al nostro territorio e che diventa esempio di come il fare impresa possa assumere un valore più ampio per la comunità. Conosciamo la realtà LILT e quanto sia importante la prevenzione e la diagnosi precoce di tumori. Negli anni precedenti, come Amministrazione comunale avevamo già attivato visite oncologiche gratuite rivolte alla cittadinanza gestite da LILT e siamo lieti che l’associazione torni a occuparsi della salute dei parabiaghesi. Pertanto, invito i cittadini interessati a prenotare la visita presso la nostra Farmacia.”.
A partire dal 1 marzo, infatti, i cittadini residenti in Parabiago che vorranno usufruire di questa opportunità, dovranno recarsi presso la Farmacia Comunale di via Bonaventura Cavalieri.
Le visite si svolgeranno secondo il seguente calendario:
VISITE DERMATOLOGICHE
9 marzo – dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 16.30
16 marzo – dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 16.30
VISITE SENOLOGICHE
23 marzo – dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 16.30
30 marzo – dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 16.30

EDUCARE IN COMUNE a Parabiago attraverso il Rugby

“EDUCARE IN COMUNE a Parabiago attraverso il Rugby”: un progetto che salvaguarda la crescita dei ragazzi e che aspira alle risorse ministeriali “Famiglia come risorsa”.
Comunicato stampa del 23 febbraio 2021
L’idea nasce da un protocollo di intenti tra l’Associazione Certa Gente del Rugby O.N.L.U.S., l’Associazione Perigeo IPC Onlus e il Rugby Parabiago, una proposta arrivata sul tavolo dell’Amministrazione Comunale che ha accolto e condiviso l’iniziativa. Si tratta di un progetto rivolto ai ragazzi finalizzato a salvaguardare la loro crescita sociale, fisica e culturale, attraverso interventi educativi specifici. Il progetto, di cui il Comune di Parabiago è Ente Capofila, aspira ad accedere al finanziamento pubblico proposto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – dipartimento per le politiche della famiglia. È finalizzato a contrastare gli effetti negativi prodotti dalla pandemia con l’attuazione di interventi progettuali di sviluppo delle potenzialità fisiche, intellettuali, emotive e sociali dei partecipanti.
Una delle conseguenze che la pandemia ha comportato, infatti, è una povertà economica che alimenta una povertà educativa, condizione in cui un bambino o un adolescente si trova privato del diritto all’apprendimento in senso lato; delle opportunità culturali; del diritto al gioco; dell’accesso a beni e servizi dedicati alle opportunità di fruizione non formale. Il progetto è sperimentale e avrà una durata di un anno, si propone di intervenire per sanare e limitare questo andamento creando opportunità di supporto ai minori e alle loro famiglie in un’ottica di consolidamento di modelli e servizi di welfare territoriale.
“La situazione di isolamento conseguente alla pandemia ha colpito soprattutto i nostri ragazzi -Afferma il Sindaco Raffaele Cucchi- che, in una fase importante della loro crescita, hanno dovuto rinunciare alla socialità, alla scuola in presenza e allo sport. Come amministratori pubblici abbiamo accolto con entusiasmo la proposta del mondo del Rugby di intervenire con proposte concrete per una più sana crescita dei nostri ragazzi. Speriamo di poter ottenere il finanziamento ministeriale e rendere reale questa opportunità. Lo sport è sicuramente uno strumento completo e adatto alla finalità, è una disciplina che agevola il lo sviluppo emotivo, fisico e psicologico. Il Rugby, inoltre, porta con sé anche valori come il rispetto dell’avversario e il senso di appartenenza a una squadra e, in questo momento, i nostri ragazzi hanno un gran bisogno di recuperare un po’ di questo spirito.”.
Nello specifico, il progetto prevede azioni di prossimità e aggregative, attività scolastiche ed extrascolastiche, ampliamento dell’accesso a proposte sportive e culturali per creare o rinforzare lo spirito di squadra tra gli alunni del quinto anno delle scuole elementari ed il secondo e terzo anno delle scuole medie di primo grado, oltre a portare nelle scuole i valori etici e morali dello sport in generale e del rugby in particolare e, soprattutto, il rispetto delle regole.

InformaGiovani e InformaLavoro

L’Amministrazione comunale rinnova anche per l’anno 2021 la convenzione con Villa Corvini per il servizio InformaGiovani e InformaLavoro.
Comunicato stampa del 23 febbraio 2021
I servizi InformaGiovani e InformaLavoro manterranno anche per il 2021 il proprio centro di coordinamento presso Villa Corvini, a stabilirlo il rinnovo della convenzione sottofirmata in questi giorni dall’Amministrazione Comunale. Il Centro è nato con funzione di raccolta dei bisogni giovanili, ma è divenuto presto il punto di riferimento per reperire informazioni sui temi della formazione, del lavoro, del tempo libero, ma anche sulle opportunità di partecipazione sociale. Negli anni ha visto una ulteriore evoluzione, soprattutto per la platea dei soggetti interessati sempre più frequentemente composta da lavoratori adulti non qualificati, persone che si ritrovano improvvisamente espulsi dal mondo del lavoro e che devono necessariamente riqualificarsi. Questo ha voluto dire rispondere alla domanda e al nuovo bisogno attraverso un riallineamento del servizio offerto.
“L’InformaGiovani, per volere dell’Amministrazione, acquista la doppia denominazione ufficiale di InformaGiovani – InformaLavoro -dichiara l’Assessore alle politiche sociali Elisa Lonati- Questo perchè il compito di un’Amministrazione comunale è quello di offrire servizi su dati di realtà per rispondere ai bisogni dei cittadini e il dato di realtà è che la platea di utenti, ad oggi, supera oramai le distinzioni per età. Al servizio tradizionale dell’InformaGiovani, quindi, si affianca quello rivolto alla fascia di età adulta sviluppando azioni comuni e costruendo sinergie con l’ente accreditato per i servizi al lavoro che opera in Villa Corvini. Rinnovare e implementare questa collaborazione acquista maggior valore in questo periodo storico di crisi legata al covi19, poiché il saper fare rete in termini di formazione e riqualificazione professionale, è essenziale per la ricollocazione nel mercato del lavoro e necessario per una ripartenza del tessuto sociale.”.
I dati di accesso al servizio relativi al 2020 hanno registrato 33 persone inserite in tirocini e primi contratti di lavoro; 79 gli assistiti nella ricerca di un lavoro, orientamento e redazione del proprio CV; il trend sull’accesso degli adulti è in crescita e per il 2020 segna anch’esso circa 70 persone. Ci si aspetta che nel corso del 2021 aumenteranno le richieste da parte degli adulti fuoriusciti dal mondo del lavoro.

Città per Camminare e della Salute

Comunicato stampa del 16 febbraio 2021
L’Amministrazione Comunale della Città di Parabiago, da sempre sensibile al tema della prevenzione in termini di salute e benessere con iniziative rivolte ai cittadini, ha aderito al progetto APP “Città per Camminare e della Salute”. L’iniziativa rientra in “Milano cities changing diabetes”, un protocollo di azioni che il Comune ha sottoscritto proprio per fare prevenzione, tra queste la promozione dei gruppi di cammino sempre in maggiore crescita di adesioni.
La App raccoglie a livello nazionale, suddivisi per provincia, alcuni percorsi corredati da una scheda che illustra le principali caratteristiche architettoniche e paesaggistiche che si incontrano nel percorso. È uno strumento gratuito per tutti che stimola ed invoglia il cittadino a camminare e, nello stesso tempo, valorizza le risorse del territorio. Si tratta di un progetto sviluppato in partnership con la Scuola del Cammino di Maurizio Damilano ex maratoneta e medaglia d’oro nella marcia alle olimpiadi di Mosca del 1980.
L’Amministrazione comunale ha segnalato due percorsi cittadini sviluppati e resi disponibili dall’Ecomuseo del Paesaggio di Parabiago, in modo che, dopo essere stati validati, siano inseriti nella App e messi a disposizione della cittadinanza.
I due itinerari segnalati sono:
  • Itinerario del Settecento
  • Itinerario dei Mulini lungo l’Olona
“I gruppi di cammino sono molto attivi nella nostra città -afferma l’Assessore alle Politiche Sociali- e mettere a disposizione una app gratuita e facilmente accessibile che offre percorsi culturalmente interessanti, è un’opportunità per tutti: fa scoprire il territorio e invita altri a svolgere attività fisica nella nostra città. Ringrazio gli ideatori di questo strumento per averci coinvolti direttamente, Parabiago ha molto da offrire in termini ambientali, naturalistici e culturali.”.

Impianto fotovoltaico Venegoni Marazzini

Iniziati i lavori per la rimozione dell’eternit sul tetto della tribuna presso il campo sportivo Venegoni-Marazzini e la relativa installazione dell’impianto fotovoltaico.
Dopo aver approvato il progetto definitivo per la rimozione dell’eternit e la realizzazione di un impianto fotovoltaico di potenza pari a 14,4 kWp sul tetto della tribuna del campo Venegoni-Marazzini, l’Amministrazione comunale ha avviato, in questi giorni, i lavori per la sua realizzazione. Si tratta di un intervento importante finanziato con i fondi per l’emergenza di Regione Lombardia e che intende preservare la salute dei ragazzi che frequentano il campo, oltre ad investire in un rispetto ambientale e di risparmio energetico.
L’impianto fotovoltaico sarà abbinato ad un sistema di accumulo da 12 kWh che consentirà di utilizzare al massimo l’energia prodotta, aumentando la possibilità di autoconsumo fino all’80% e immagazzinando l’energia prodotta durante il giorno per poterla usare durante le ore di buio, quando ad esempio è necessaria l’illuminazione dei campi.
“La nostra Amministrazione è da sempre attenta ad investire a favore dell’ambiente e della salute dei cittadini -dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici Dario Quieti- e nemmeno in tempo di pandemia il nostro impegno e lavoro sono mancati in termini di progettazione e realizzazione. Intervenire in questo modo sulla tribuna del campo Venegoni-Marazzini, infatti, ci permette di ottenere una duplice valenza ambientale: da una parte lo smaltimento dell’eternit che elimina un inquinante e, al contempo, un risparmio energetico e di risorse, per la realizzazione di un impianto innovativo che produce energia elettrica.”.
L’intervento nel suo insieme comprende, inoltre, alcune sistemazioni della copertura della tribuna del campo sportivo Venegoni-Marazzini, nonché la realizzazione di una linea vita per un importo totale a quadro economico di 85.000 euro.